Climbing for Climate nel “Parco Avventura” del Comune di Biccari. Modelli di resilienza in ambito meridionale

In agenda un momento di scambio congiunto con sei università italiane del Tavolo Tecnico Scientifico per la Montagna (TTS) – recentemente istituito dalla ministra Gelmini

Il 12 settembre si terrà la terza edizione di Climbing for Climate, evento organizzato dalla Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile – RUS e dal Club Alpino Italiano – CAI, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti dei cambiamenti climatici in atto, alla luce degli obiettivi dell’agenda 2030 dell’ONU, attraverso la promozione di alcune iniziative organizzate dalle università aderenti al progetto.

Durante la giornata è previsto un momento di scambio congiunto con sei università italiane del Tavolo Tecnico Scientifico per la Montagna (TTS) – recentemente istituito da Maristella Gelmini, ministra per gli Affari Regionali e le Autonomie con delega per la valorizzazione delle zone montane – che organizzeranno in sincrono una serie di eventi sullo sviluppo sostenibile nelle montagne di tutta Italia. Sarà proprio Gelmini a dare avvio alla giornata con un videomessaggio seguito dal saluto del Presidente generale del CAI Vincenzo Torti. In ambito pugliese è previsto un incontro nel territorio dei Monti Dauni presso il Parco Avventura nel Comune di Biccari, sul tema de ‘Lo sviluppo sostenibile della montagna, come coniugare le politiche verdi con lo sviluppo socio-economico: modelli di resilienza in ambito meridionale’.

All’incontro parteciperanno: Mario De Angelis, presidente Con.f.a.t. (consorzio foreste ambiente e territorio); Pasquale De Vita, presidente Gal Meridaunia (Gruppo d’azione locale dei Monti Dauni); Gianfilippo Mignogna (foto sopra), sindaco del Comune di Biccari; Domenico Campanile, dirigente Servizio Risorse Forestale; Marina Paolucci, Agroforestale della Coop. Leaf Lab (laboratorio delle foreste); Giuseppe Pirlo (delegato dell’Università degli studi di Bari A. Moro per la Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile); Giovanni Sanesi (Università degli studi di Bari A. Moro – Tavolo Tecnico Scientifico per la Montagna).





Change privacy settings