“A Foggia tutti no vax i pazienti in Rianimazione, la dice lunga su importanza vaccino”. Il punto con Dattoli e Piemontese

Il dg del policlinico: “Una quarantina di ricoverati in Malattie Infettive e 6 in Rianimazione. Ottimisti sul fatto che non occorrerà attivare un altro livello di allerta”

“Il primo livello rinforzato sta reggendo e siamo ottimisti sul fatto che non ci sia bisogno di attivare un altro livello di allerta. Il presidio è sufficiente, al momento abbiamo una quarantina di ricoverati in Malattie Infettive e 6 in Rianimazione, questi ultimi tutti non vaccinati. In generale, la stragrande maggioranza dei pazienti è no vax, questo la dice lunga sull’importanza del vaccino”. Queste le parole del dg del Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli che ieri, durante un convegno promosso dal dottore Rodolfo Sacco, ha fatto il punto sullo stato della pandemia nel capoluogo dauno.

“Stiamo facendo un lavoro straordinario con gli hub vaccinali, struttura che sta funzionando – ha aggiunto il vicepresidente della Regione Puglia, Raffaele Piemontese -. È l’unica via per far ripartire l’economia e per tutelare la salute di se stessi e degli altri. Solo così possiamo rimettere in moto il nostro paese”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come