Sottosegretario Costa visita cliniche di Universo Salute: “Privato valore aggiunto in sanità”

Luca Vigilante: “In un’epoca di transizione non si può prescindere da una solida formazione valoriale, magari seguendo proprio le coordinate di Don Uva”

“Una sanità che non si prenda cura della malattia, ma che si prenda cura della persona”. Sono le parole del sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, Andrea Costa, che nel primo pomeriggio di venerdì 1 aprile ha fatto visita alla sede di Bisceglie di Universo Salute. Ad accoglierlo, insieme al sindaco Angelantonio Angarano, Luca Vigilante, vicepresidente esecutivo Universo Salute, e Fabrizia Telesforo, componente cda Universo Salute e direttore generale del San Francesco Hospital di Foggia.
“Il privato convenzionato – ha evidenziato Costa – può essere un valore aggiunto e la pandemia ha insegnato che pubblico e privato devono lavorare insieme, con regole chiare e rispettando i ruoli, con l’obiettivo di dare risposte in sanità in modo omogeneo”.
Dal canto suo, il vicepresidente esecutivo Vigilante ha rimarcato che Universo Salute va verso sfide sempre più complesse: “In un’epoca di transizione – ha sottolineato – non si può prescindere da una solida formazione valoriale, magari seguendo proprio le coordinate di Don Uva”.
Dopo un incontro nella sala conferenze della palazzina amministrativa, alla presenza, tra gli altri, del presidente del CdA di Universo Salute Giancarlo Pecoriello, del top management, di medici e amministrativi, il sottosegretario ha fatto visita al Tempio di San Giuseppe, dove ha incontrato le suore Ancelle della Divina Provvidenza. Infine una fugace tappa presso l’ortofrenico e l’edificio 2 in ristrutturazione.