Foggia acciuffato (di rigore) sul finale, si chiude con un pareggio la sfida contro il Latina

I rossoneri, nonostante le tante occasioni, non sono riusciti a chiudere la partita e sono stati puniti a pochi minuti dal termine

Nel lunch match della quarta giornata di Lega Pro, il Foggia è ospite del Latina allo stadio Franciosi. Entrambe le formazioni contano quattro punti in classifica, frutto di una vittoria e un pareggio. I padroni di casa hanno cominciato in ritardo la preparazione e l’allestimento della rosa per questo campionato, a causa del tardivo ripescaggio che li ha visti protagonisti. Nonostante un inizio di stagione non ottimale, la squadra guidata da Di Donato sembra aver trovato la quadra nelle ultime settimane, riuscendo prima a battere la Paganese e poi a fermare l’Avellino sul pareggio in terra campana.
Il Latina si schiera con un 4-4-2: Cardinali, Ercolano, De Santis, Esposito, Nicolao; Amadio, Spinozzi, Tessiore, Di Livio; Rosseti, Carletti. Zeman, invece, è costretto a rinunciare a Markic, Maselli e Di Pasquale, fermi ai box. Questo l’11 rossonero: Alastra, Martino, Sciacca, Girasole, Nicoletti; Gallo, Petermann, Rocca; Di Grazia, Ferrante, Curcio.

La cronaca
Il Latina si affaccia sin da subito dalle parti di Alastra: al 1′ Tessiore spedisce fuori di testa da ottima posizione. Al 19′ è ancora Tessiore a rendersi pericoloso, il suo tiro però finisce sull’esterno della reta. Passano 10 minuti ed è il Foggia a passare in vantaggio. Gallo dalla destra fa partire un ottimo traversone che Ferrante capitalizza in rete con un colpo di testa. I rossoneri al 38′ sfiorano il raddoppio ma sono sfortunati, in quanto la conclusione di Gallo colpisce fortuitamente Di Grazia e termina fuori. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro fischia la fine di un primo tempo abbastanza equilibrato e combattuto, che vede il Foggia tornare negli spogliatoi in vantaggio di una rete a zero.

Al 46′ Zeman cambia esterno destro, sostituendo Di Grazia con Merola. Al 53′ Petermann centra l’incrocio dei pali con Cardinali ormai battuto, sulla ribattuta Ferrante calcia incredibilmente alto. Un minuto dopo il Latina sfiora il pari con una discesa di Rossetti: provvidenziale l’intervento in uscita di Alastra che mantiene il punteggio invariato. Il Foggia alza il baricentro e spinge sull’acceleratore: prima un pallonetto di Nicoletti va di poco sopra la traversa, pochi minuti dopo un tiro-cross di Curcio si stampa sul palo. Al 76′ il capitano rossonero ci riprova con un rasoterra, la sfera si spegne sul fondo a pochi centimetri dalla porta difesa dai padroni di casa.
Il Latina non ci sta e all’83’ Rossi impensierisce Alastra. È solo il preludio al gol del pareggio che arriva all’86’: Martino effettua un fallo da ultimo uomo e viene espulso. Tessiore dal dischetto trafigge Alastra e sigla l’1-1. La gara termina 1-1. Il Foggia, nonostante le tante occasioni, non è riuscito a chiudere la partita ed è stato punito nel finale.



In questo articolo: