Rogo in azienda, muore carbonizzato operaio di 55 anni a Cerignola. Propositi suicidi su Facebook: “Non si può vivere così”

E’ un rumeno di 55 anni la vittima dell’incendio divampato la notte scorsa all’interno di uno stabile che si trova in un’azienda agricola nelle campagne di Cerignola, nel Foggiano. L’uomo era un operaio e lavorava per quella stessa azienda. A quanto si apprende da fonti interne alla polizia che sta indagando sull’accaduto, l’uomo pare che qualche ora prima dell’incendio avesse avuto un litigio con la compagna e il figlio di quest’ultima, tanto da richiedere l’intervento da parte di una pattuglia della polizia.

Agenti che hanno fatto allontanare dall’abitazione la donna con il ragazzo. Litigi tra i due avvenuti già a dicembre scorso per i quali erano intervenuti i carabinieri. La vittima presenta alcune ferite di arma da taglio sugli arti. Poco prima dell’incendio l’uomo aveva scritto un post sul suo profilo Facebook con cui salutava tutti e – dice chi indaga – manifestava intenzioni suicide. Nel post si legge: “Baci a tutti, me ne vado. Vi auguro tanta felicità e salute a tutto il mondo ma non si può più vivere così, baci a tutti gli amici”. Gli investigatori sono al lavoro per cercare di capire se si sia trattato di un gesto estremo compiuto dall’uomo o possa esserci altro. Un valido aiuto alle indagini potrà giungere attraverso la visione dei filmati delle telecamere di sicurezza dell’azienda.





Change privacy settings