Vieste, l’autunno non ferma i turisti stranieri. “Buoni flussi da Usa e Francia aspettando l’aeroporto”

Falcone: “È stata un’estate anomala con presenze importanti già da maggio, ma con il caro bollette che rischia di compromettere tutto”

Primi giorni di autunno dopo una lunga e calda estate che ha fatto registrare una buona affluenza turistica su tutto il Gargano. A Vieste stabilimenti balneari ancora aperti nonostante la pioggia degli ultimi giorni e buona presenza di stranieri che potrebbero allungare la propria vacanza anche ad ottobre.

È tempo di bilanci in attesa dei primi bilanci ufficiali della Regione. “Il bilancio è positivo – spiega l’assessore al turismo, Rossella Falcone – con buoni flussi anche a settembre e a ottobre con tanti stranieri, in particolare americani e francesi che dopo due anni di pandemia si rivedono nella nostra città. Tuttavia è stata un’estate anomala con presenze importanti già da maggio, ma con il caro bollette che rischia di compromettere tutto”. E il 30 settembre riapre l’aeroporto di Foggia. “Un sogno che si avvera grazie alla Regione Puglia. Una infrastruttura indispensabile per la destagionalizzazione del turismo. Ora tocca a noi non farci sfuggire questa grande occasione. Il clima mite del Gargano e la nostra indiscussa ospitalità faranno il resto. Il visitatore troverà una città accogliente con ristoranti e alberghi aperti. Saremo all’altezza”.



In questo articolo: