Boscaglia stizzito: “Ho le idee chiarissime. Se avete pazienza, aspettate, altrimenti non posso fare nulla”

L’audacia e il coraggio sono stati richiamati più volte dal tecnico nel corso della conferenza pre Pescara: “Dobbiamo rischiare la giocata, senza timore. Se sbagliamo, ci sono le marcature preventive. La squadra lo ha fatto vedere nel secondo tempo di Picerno e lo sta assimilando sempre di più”

Alla vigilia del primo big match del Foggia in questa stagione, contro il Pescara, antagonista dei rossoneri per le posizioni di vertice della classifica, Roberto Boscaglia ha parlato in conferenza stampa. L’allenatore dei satanelli si è mostrato, in apertura, abbastanza stizzito: “Ho le idee chiarissime, ma la squadra ha bisogno di tempo. Se avete pazienza, aspettate, altrimenti non posso fare nulla” ha esordito il tecnico rispondendo ad una domanda. “Non abbiamo iniziato benissimo, ma non per questo dobbiamo farci prendere dalla paura, dobbiamo avere coraggio”.

L’audacia e il coraggio sono stati richiamati più volte da Boscaglia nel corso della conferenza: “Dobbiamo rischiare la giocata, senza timore. Se sbagliamo, ci sono le marcature preventive. La squadra lo ha fatto vedere nel secondo tempo di Picerno e lo sta assimilando sempre di più”.
Dopo le tre gare ravvicinate, questa volta il Foggia ha avuto a disposizione un’intera settimana per preparare la gara contro il Pescara: “Lavorare per più tempo è importantissimo e ci consente di costruire meglio particolari dinamiche di gioco, non solo studiare l’avversario” ha sottolineato Boscaglia. Sull’avversario: “Il Pescara è una squadra che gioca, dobbiamo essere bravi a capire i momenti della gara e a mantenere sempre l’equilibrio. Il nostro modus operandi deve essere sempre quello, indipendentemente dall’avversario”. Per la partita di domani non ci sono indisponibili, hanno recuperato anche Petermann e Odjer. Nonostante ciò, per Boscaglia è ancora troppo presto per parlare di gara decisiva: “Alla quinta giornata è ancora troppo prematuro. Ci saranno tante situazioni, infortuni, squalifiche, gara ravvicinate e altre dinamiche che influenzeranno il risultato finale del campionato”.



In questo articolo: