Case sull’albero e bubble room, a Biccari un’esperienza “mistica” lontano dalle città. “Tantissime richieste”

Il sindaco Gianfilippo Mignogna si gode il successo delle numerose iniziative turistiche, compreso il giro sul Cornacchia, il monte più alto della Puglia. “Nei mesi di luglio e agosto abbiamo il sold out”

Se non avete mai dormito in una casa sull’albero o in una bubble room, affrettatevi a prenotare. Dove? A Biccari, sui Monti Dauni, all’interno del Parco Avventura dove anche quest’anno sarà possibile sperimentare il bed&tree, una esperienza di soggiorno green. All’interno, in dotazione, vengono forniti dei sacchi a pelo, dei materassini e delle luci frontali per la notte. Un’esperienza per vivere la natura e gli elementi al massimo, lontani dal cemento, dalla connessione, dai comfort.

La sera ci si addormenta con il suono del vento che muove le fronde degli alberi, il legno cigola e sono dolci il risveglio e la colazione nella natura. E per completare l’esperienza ci sono i percorsi trekking che dal Lago Pescara arrivano sulla cima più alta della Puglia, il Monte Cornacchia. E proprio sulle sponde del Lago Pescara ecco le bubble room, il campeggio glamour, all’interno di bolle trasparenti per trascorrere una notte sotto le stelle, riparati dal freddo e dalle zanzare. Biccari ormai è il punto di riferimento per chi vuole trascorrere una vacanza alternativa in Puglia. “Direi complementare – racconta a l’Immediato il sindaco Gianfilippo Mignogna – perché c’è tanta gente che pur stando in vacanza al mare decide di trascorrere qualche giornata sui Monti Dauni, e noi siamo pronti ad accoglierli con tante esperienze. Stiamo ricevendo numerose richieste, e nei mesi di luglio e agosto abbiamo il sold out”.



In questo articolo: