Clan dei mattinatesi torna a far paura, furti di bestiame e occupazioni abusive dei terreni. Dai cittadini poca voglia di denunciare

Angherie e intimidazioni nei luoghi dove è da sempre egemone il gruppo criminale locale. Preoccupazione in paese

A Mattinata tornano i furti di bestiame e le occupazioni abusive dei terreni. Dopo il sabotaggio dei mezzi di un imprenditore attivo nel settore dei muretti a secco, nelle scorse ore un allevatore della zona ha subìto il furto dei propri animali in un’area feudo del clan dei mattinatesi. Nel mirino della criminalità anche i terreni di due residenti, occupati da vasche ricolme di cibo. Per non parlare poi di vari dispetti in alcuni appezzamenti di terreno.

Angherie e intimidazioni nei luoghi di egemonia del clan, dunque, forse collegati alla recente scarcerazione di un esponente di spicco della malavita locale. Adesso la popolazione è preoccupata, c’è sgomento. Molti intendono rivolgersi al prefetto di Foggia, Raffaele Grassi ma c’è anche tanta paura e un pizzico di reticenza a causa della pericolosità dimostrata negli anni dal clan dei mattinatesi.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo:


Change privacy settings