“Tre morti negli ultimi 15 giorni”, ansia Covid a Peschici. I cittadini: “Qualcuno non ha ben capito che la situazione è molto grave”

I pareri di residenti, medici e Protezione civile dopo i recenti casi che hanno indotto il sindaco Tavaglione a chiudere tutte le attività

“Tre morti negli ultimi 15 giorni, l’attenzione deve essere massima. Servono più precauzioni anche rispetto alla prima ondata”. Lo dice un cittadino di Peschici dopo i recenti casi di Covid registrati in paese. Preoccupa la situazione dopo gli allarmi lanciati dal sindaco Franco Tavaglione. Il primo cittadino si è visto costretto a chiudere tutte le attività. “È dura perché i casi aumentano e la gravità della situazione non viene presa in seria considerazione da qualcuno”, dice un’altra cittadina. Pepito, volto storico della spiaggia peschiciana commenta: “Passerà e tornerete tutti quanti a Peschici perché qui si sta bene. Peschici è unica”.



In questo articolo:


Change privacy settings