L’addio di Leo Di Gioia alla politica: “Torno ad essere un cittadino ‘semplice’. Grazie di cuore a tutti e buona vita”

Un velo di amarezza dopo le dimissioni da consigliere comunale: “Questa terra meravigliosa ancora oggi non trova del tutto le chiavi del proprio sviluppo economico e sociale”

“Ho presentato questa mattina le dimissioni da Consigliere comunale della Città di Foggia. Lascio la politica praticata nelle Istituzioni e torno anche io alla vita da cittadino ‘semplice’ – inizia così la lettera di Leo Di Gioia che stamattina si è dimesso da consigliere dell’assise -. “Ringrazio tutti quelli che con la propria fiducia, amicizia e preferenza elettorale, in questi anni, mi hanno permesso di rappresentare la Città di Foggia, la Capitanata e la Regione Puglia nei massimi contesti istituzionali del nostro Paese. Sono sempre stato orgoglioso della nostra terra e, nel limite delle mie possibilità, ho cercato di rappresentarla con onore, correttezza ed amore. Questa decisione – prosegue – è il frutto della serena constatazione di quanto sia ormai inadatto e per molti versi refrattario alle attuali dinamiche che orientano la selezione della classe dirigente. Torno al lavoro di Studio e a coltivare la mia passione per le discipline economiche e giuridiche. Auguro a quelli che continueranno ad avere responsabilità di governo e di opposizione di essere ispirati nelle scelte e all’altezza delle aspettative di una terra meravigliosa che ancora oggi non trova del tutto le chiavi del proprio sviluppo economico e sociale. Grazie di Cuore a tutti e buona vita”.



In questo articolo:


Change privacy settings