Università di Foggia: nasce l’UnifgMag, il nuovo magazine di Ateneo. “Identità visiva e brand identity alla base delle nuova strategia di comunicazione”

“Attraverso questo strumento l’Università intende dare una uniformità al modo in cui veicola i propri valori”

È giunto al termine il ciclo di incontri organizzato dall’Università di Foggia su Media e Brand Identity, con la presentazione in anteprima di tutte le novità nel campo della comunicazione adottate dall’Ateneo dauno. Ad illustrarle, nel corso del talk virtuale moderato da Luca Grilli, delegato del Rettore su dati e flussi informativi, c’erano Giulia Nidasio e Rosita Bacchelli, project manager del team del Cineca, il consorzio interuniversitario che si sta occupando della progettazione web e della creazione dei nuovi strumenti alla base della nuova strategia di comunicazione dell’Unifg. Con l’adozione del nuovo portale e dell’innovativo strumento del magazine di Ateneo si concretizza, infatti, l’idea di rinnovamento dei canali di comunicazione perseguita dall’Università di Foggia, che va di pari passo con la necessità di mutare l’approccio dell’ente nei confronti dell’utente finale e rendere centrale, così, lo studente e le sue esigenze.  Il nuovo sito è l’esito finale di una intensa attività di digitalizzazione dei servizi e sarà integrato da un magazine di Ateneo: l’UnifgMag, che è stato illustrato nel dettaglio nel corso dell’incontro e che si configura come vero ponte di contatto tra l’Università e il Territorio che la ospita.

“Per costruire un brand in cui gli studenti e la comunità accademica possano riconoscersi occorre darsi una linea editoriale su cui sviluppare in maniera coerente tutti i servizi”, ha spiegato Rosita Bacchelli. Da un lato, dunque, l’Università deve dialogare con la propria utenza attraverso i nuovi linguaggi e i nuovi canali offerti dalla rete, e dall’altro deve mantenere la sua autorevolezza, la sicurezza e il rigore delle informazioni.

“È un forte cambiamento che afferra l’esigenza reale di dotarsi di una identità visiva per far sì che l’utente esterno riconosca l’Università attraverso l’identificazione di un logo, di colori e forme coerenti con la sua presenza sul web – ha aggiunto Giulia Nidasio –  La consapevolezza del brand diviene un passaggio fondamentale”. Proprio per questo, come ha spiegato Grilli, per la prima volta l’Università di Foggia ha deciso di dotarsi di un manuale di identità visiva, attualmente in fase di approvazione presso tutti gli organi accademici e che sarà diffuso a breve all’interno dell’intera comunità.

“Attraverso questo strumento l’Università intende dare una uniformità al modo in cui veicola i propri valori. Gli utenti potranno riconoscere il nostro Ateneo grazie ai contenuti visivi chiari e incisivi, a un logo ben caratterizzato e costruito ad hoc. Anche noi membri interni avremo degli strumenti chiari per comunicare all’esterno, evitando così forme di approssimazione e di varietà non sempre vincenti”.

Il manuale normativo dovrà essere poi supportato da una content strategy diffusa attraverso i diversi canali. Lo studente dovrà poter accedere ai contenuti in totale autonomia, senza percepire più una distanza tra spazio fisico e servizi online. La ridefinizione del portale non è stata concepita per essere “calata dall’alto”.  Si è trattato di una intensa attività che ha visto il Cineca e il personale dell’Unifg impegnati in un lavoro di progettazione integrata e partecipata che ha coinvolto tutte le aree dell’Università e un campione di utenti reali che, nelle prime fasi di vita del sito, potranno verificare che le soluzioni adottate siano in linea con i reali bisogni.

“L’Università di Foggia aveva l’esigenza di travalicare i propri confini strettamente universitari e di costruire una comunità integrata con il territorio. Il primo obiettivo che ci è stato posto con molta forza dal Rettore e dal gruppo di lavoro con cui stiamo affrontando questo progetto, è la novità che riguarderà l’ecosistema web ossia l’introduzione del magazine, in linea con la nuova strategia di comunicazione adottata”, hanno spiegato dal Cineca, illustrando il progetto dell’UnifgMag, che intende porsi come voce e collegamento diretto da e verso il territorio.

I contenuti accademici plasmati e reinterpretati in forma giornalistica saranno canalizzati  attraverso le diverse rubriche, distinte per argomenti. In homepage sarà possibile trovare Topnews di approfondimento su tematiche di attualità, Punti di vista e editoriali con nomi di spicco, i Focus on, gli eventi interni al mondo accademico e poi ancora, contenuti multimediali, fotoracconti, podcast, linee dirette con i social e il canale youtube dell’Università. Il tutto nell’ottica della multicanalità adottata. “La pluralità di elementi potrà mettere l’Università di Foggia al centro dei canali di comunicazione del nostro territorio in modo qualificato, sottolineando il ruolo trainante che l’Università dovrebbe avere all’interno di un contesto territoriale, sia dal punto di vista formale che dal punto di vista dei contenuti”, ha concluso il prof. Grilli.



In questo articolo:


Change privacy settings