Ufficio Elettorale Foggia, operatore con il Covid. La funzionaria: “Siamo essenziali, perciò da parte nostra massima prudenza in attesa dello screening”

Giungono dalla funzionaria Rosaria Coletta alcune precisazioni sul caso di Coronavirus emerso venerdì mattina. “La persona colpita ha sempre osservato un comportamento molto rigoroso”

Arrivano dalla dottoressa Rosaria Coletta, funzionario dell’Ufficio elettorale del Comune di Foggia, alcune precisazioni sul caso Covid emerso venerdì mattina con la positività sintomatica verificata, ed acclarata, di un operatore che scontava la pena coi servizi sociali nel servizio del terzo piano di Palazzo di Città. “L’amministrazione insieme a me e al dirigente ha subito seguito tutti i protocolli segnalando l’evento al medico del lavoro incaricato, il quale ci ha precisato che, secondo il decreto, essendo il nostro un servizio essenziale, non poteva essere messo in quarantena. Tutti e 8 i dipendenti saranno sottoposti a tampone mercoledì mattina e avremo il risultato entro 24 ore”.

Nel frattempo gli 8 stanno avendo la massima attenzione con mascherine, guanti e distanziamento. E nessuno di loro ha sintomi. Anzi 4 di loro hanno già effettuato tamponi privati e sono risultati negativi. Massima cautela anche con l’utenza.
“Stiamo mantenendo le dovute distanze e siamo tutti in attesa di uno screening; siamo essenziali, non possiamo esimerci, la macchina elettorale è complessa ed è cadenzata, nessuno di noi può essere sostituito. Siamo molto molto accorti in tutte le situazioni, stiamo adottando dei comportamenti molto prudenti, abbiamo avuto il dovuto supporto delle istituzioni e prudenzialmente anche di tutta la macchina amministrativa”, aggiunge la funzionaria.

Chi ha un genitore anziano sta evitando di andare a trovarlo. Del resto, secondo il decreto, i servizi pubblici essenziali non vanno in quarantena. Gli utenti da stamattina hanno atteso il loro turno fuori dall’ufficio e hanno contatti con un solo dipendente allo sportello.
Dall’ufficio precisano che la persona in oggetto risultata positiva e ricoverata aveva un comportamento molto ordinato, aveva sempre i guanti, era distanziato e non andava tutti i giorni in Comune. Tutti, insomma, sono ragionevolmente convinti che non ci saranno problemi.
“Quando veniva, osservava un comportamento molto rigoroso, era sempre molto distante, io mi sento e mi auguro che la vicenda abbia un esito positivo. Mercoledì tutti, anche chi lo ha già fatto, sarà tamponato”.



In questo articolo:


Change privacy settings