Vieste, rintracciato e tratto in arresto il giovane pistolero. È accusato del tentato omicidio del fratellastro

È finita dopo poche ore la fuga del 27enne viestano, ritenuto responsabile del ferimento del fratellastro. I carabinieri della città garganica hanno appena rintracciato e tratto in arresto il giovane con le accuse di tentato omicidio e porto illegale di pistola.

Ieri sera la violenta lite con il fratellastro, un uomo di 38 anni, ferito ad una gamba al termine di un diverbio. Il fatto è avvenuto in un’abitazione di campagna in località “Calma” a Vieste. La vittima è stata trasportata d’urgenza nell’ospedale di San Giovanni Rotondo e sottoposta a cure, poi dimessa con 30 giorni di prognosi. Maggiori dettagli saranno forniti dopo la convalida dell’arresto.



In questo articolo:


Change privacy settings