“Cavaliere? Vede malizia dappertutto”, il sindaco di Foggia risponde al rivale: “Io benedico le buone azioni, senza speculare politicamente su chi le compie”

“Chi pensa male ci vede malizia dappertutto. Succede, purtroppo, anche al consigliere comunale Pippo Cavaliere che nel mio messaggio di accompagnamento ai pacchi alimentari per i nostri concittadini più bisognosi intravede fantasiose strategie politiche. Io, invece, non ci ho visto nulla di male nella solidarietà, che anzi ho elogiato, testimoniata all’azienda ospedaliera e universitaria del Policlinico di Foggia con la donazione di tute protettive per il personale sanitario da parte della Fondazione Buon Samaritano presieduta da Pippo Cavaliere”. Inizia così la replica del sindaco di Foggia, Franco Landella al suo avversario politico.

“Io non ho mai sospettato strategie politiche del consigliere Cavaliere, capo dell’opposizione all’amministrazione comunale, dietro la preziosa opera di volontariato che la Fondazione svolge, né mi sono mai permesso di sollevare questioni di opportunità per la presidenza della stessa che Cavaliere ha conservato con l’elezione a consigliere comunale. Io benedico le buone azioni, senza speculare politicamente su chi le compie, perché sono convinto che, soprattutto in questo momento, la città ha bisogno dell’aiuto e della solidarietà di tutti. Per questo ho anche offerto in beneficenza la mia indennità di sindaco di 2.780 euro, pubblicizzandola per invogliare gli altri a fare lo stesso, senza alcun riscontro anche da parte di Pippo Cavaliere. Anche un messaggio di conforto, quale ha voluto essere quello che Cavaliere ha disprezzato, può servire a dare coraggio a chi più degli altri vive situazioni di difficoltà”.



In questo articolo:


Change privacy settings