A Foggia è sempre Natale, ironie per le lucine a fine gennaio. “Amministrazione ha voluto così ma sarà tutto smontato a breve”

La ditta incaricata: “Ci sono tantissimi paesi dove smontare, è un problema di tempo, più della metà comunque le abbiamo tolte”

È passato Sant’Antonio Abate, che apre il tempo di Carnevale. È passato anche San Sebastiano con le sue frecce e i festeggiamenti della Polizia Municipale. “Visto che la ruota resterà fino a San Valentino si potrebbero accendere dei cuori invece delle stelle”. Scherzano molti consiglieri di maggioranza dell’amministrazione Landella, che dopo le feste e dopo le bombe appare quasi paralizzata nella sua normale gestione quotidiana.

Ci sono ancora quasi tutte le luci natalizie, e non mancano le ironie social, ma ad alcuni è venuto il sospetto che manchino i fondi o gli uomini per smantellare un architrave ludico ed estetico per il quale l’amministrazione ha investito e ha stanziato molte risorse. D’altronde le luci al led costano pochissimo. Tuttavia scartabellando tra le determinazioni si scopre che ogni affidamento copre anche il servizio di rimozione. Come per le installazioni allestite in Villa Comunale che includono la stella con coda di colore bianco caldo e che sono state fornite dalla ditta ARTLUX srl di Avellino al costo di 9.700 euro. Il Servizio di noleggio, installazione, allestimento e smontaggio delle luminarie artistiche per le festività Natalizie 2019-2020”, installate su Piazza Giordano, Via Pietro Scrocco da Corso Giannone a Corso Roma, Vico al Piano, Via Vittime Civili da Piazza internati di Germania a Via Napoli, Via Matteotti, Piazza Aldo Moro, Via Manzoni, Corso Roma da Piazza Italia a Piazza della Libertà è stato affidato alla Soc. Coop. Dei Fratelli Carlone con sede legale in Via dei Dauni a Lucera per 23mila euro circa.

“Entro la fine della settimana dovremmo smontarle tutte. Ci sono tantissimi paesi dove smontare, è un problema di tempo, più della metà comunque le abbiamo tolte”, spiega un referente della ditta Fratelli Carlone a l’Immediato.
La spesa complessiva per le luminarie ammonta a 95.428,40 euro e la gara è stata vinta da Artlux di Arturo Blasi, una sas di Paternopoli nella provincia di Avellino. Abbiamo provato a contattare anche loro. Donato Blasi è stato schietto.
“Io penso che in settimana sarà tutto tolto, l’amministrazione ha voluto così, ha voluto che le luci restassero accese fino a domenica 19, c’è ancora l’albero, adesso è spento, lo dobbiamo togliere, oggi è martedì, domani continueremo, per fine settimana grosso modo dovremmo pulire”. Blasi annuncia che ci sarà un nuovo incontro con l’ufficio.
Non è escluso che le battute sui cuori non possano diventare realtà. Farete un’altra fornitura? “Non lo sappiamo, ci dobbiamo incontrare”.



In questo articolo:


Change privacy settings