Via ai colloqui alla fiera di Foggia: inaugurato il Salone del Lavoro. “In Puglia recuperati 77mila posti per l’occupazione”

60 aziende, circa 6000 incontri professionali, 9 artigiani, 3 spin off e 7 start up fino al 24 ottobre animeranno il nuovo padiglione

Ha preso il via la seconda edizione di Job, il Salone del Lavoro e della Creatività organizzato dall’Università di Foggia in collaborazione con la Regione Puglia (assessorato al Bilancio e Politiche giovanili), col patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e del Comune di Foggia. 60 aziende, circa 6000 tra colloqui e incontri professionali, 9 artigiani, 3 spin off e 7 start up fino al 24 ottobre animeranno il nuovo padiglione della Fiera di Foggia.

Job tenterà di interpretare le esigenze di sintesi e rapidità del mercato del lavoro, mettendo uno di fronte all’altro chi cerca e chi offre un’occupazione (a vario titolo e durata). 

Da Eurospin ad Oviesse, da Lidl a Mercati di Città: le postazioni presenti a cui i giovani potranno chiedere informazioni e sostiene colloqui. La fondazione Centri Padre Pio Onlus di San Giovanni Rotondo era una delle poche aziende già presenti durante la giornata inaugurale (le altre postazioni saranno pienamente operative da oggi). “Cerchiamo medici – ha spiegato il direttore dell’Area Personale, Libera Giardino -, negli anni abbiamo sempre creato posti di lavoro, solo nel 2018 abbiamo assunto 26 operatori a tempo indeterminato. Ben 110 nell’ultimo quinquennio. Diamo un futuro ai giovani che così restano in Capitanata e non vanno via”.

Regione Puglia: “Recuperati 77mila posti di lavoro”

“Perché la Regione Puglia affianca per la seconda volta l’Università di Foggia nella realizzazione di un  Salone del Lavoro e della Creatività? Perché il problema con cui combattiamo ogni giorno è il lavoro che manca e la fuga per necessità di ancora troppi giovani pugliesi”.

Lo ha detto l’assessore regionale al Bilancio e alle Politiche giovanili, Raffaele Piemontese, durante il talk inaugurale di “Job ‘19” che, da ieri a giovedì 24 ottobre prossimo, farà incontrare, nella Fiera di Foggia, 60 imprese che assumono con circa seimila candidati che saranno protagonisti di workshop, confronti e colloqui.

“Sappiamo – ha osservato Piemontese – che, durante i quattro anni dell’amministrazione Michele Emiliano, pur avendo recuperato 77 mila posti di lavoro, ne mancano ancora 59 mila rispetto al 2008, l’anno in cui è esplosa la grande crisi”.

“Come per il prodotto interno lordo  cresciuto del 4,5 per cento negli ultimi quattro anni – ha concluso l’assessore regionale al Bilancio – sono solo basi positive che dobbiamo rafforzare in modo da creare nuova e buona occupazione, oltre che diffondere innovazione grazie alla funzione svolta da università come quella di Foggia”.

Piemontese, accompagnato per un giro fra stand e corner dal Direttore del Dipartimento Sviluppo economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, Domenico Laforgia, dal rettore uscente di UniFg, Maurizio Ricci, e dal commissario straordinario dell’Ente autonomo Fiere di Foggia, Massimiliano Arena, si è fermato in particolare a illustrare i materiali allestiti nello stand con il percorso per conoscere incentivi e aiuti, “Fatti strada”, un desk interattivo e digitale dove ogni utente può, in base al suo profilo e alle sue necessità, trovare le opportunità di finanziamento attive.

Oggi è in programma un workshop a cura di PugliaSviluppo, con una sessione al mattino e una di pomeriggio. Dalle 12, focus su “PIN – Pugliesi innovativi”, organizzato con la Sezione Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI. Durante l’incontro, spazio alle testimonianze vincenti di imprese giovanili beneficiarie del finanziamento e la possibilità di fare una esercitazione pratica sulla compilazione del modello Canvas per partecipare al bando.