Patto per la scienza, Unifg prima università ad aderire al manifesto di Burioni contro le fake news

L’Università di Foggia (prima in Italia) e il Comune di Foggia (tra i primi) aderiranno formalmente al Patto trasversale per la scienza, il manifesto di consapevolezza socio-scientifica ispirato dal prof. Roberto Burioni per contrastare il crescente credito nell’opinione pubblica della cosiddetta pseudoscienza.

L’adesione sarà sottoscritta venerdì prossimo (25 ottobre, aula magna “Valeria Spada” dell’Università di Foggia, via R. Caggese 1, Foggia) durante l’incontro Scienza e pseudoscienza nell’era di internet, organizzato dal corso di laurea in Scienze e Tecnologie Biomolecolari dell’Università di Foggia e a cui interverrà lo scienziato (direttore del Dipartimento di Patologia alla Emory University di Atlanta, USA) prof. Guido Silvestri. L’incontro sarà suddiviso in due sessioni: dalle 10,00, subito dopo i saluti introduttivi, il prof. Silvestri terrà una relazione sul rischio della sottovalutazione, soprattutto tra i più giovani, della diffusione di HIV e Aids (“tutt’altro che sotto controllo” avverte lo stesso Silvestri, NdR); dalle 11,00, invece, il prof. Silvestri si sottoporrà alle domande del pubblico sul tema Le fake news nuocciono gravemente alla salute. Al termine del confronto, che si annuncia molto utile soprattutto per gli studenti, Università di Foggia e Comune di Foggia sottoscriveranno il Patto trasversale per la scienza di cui il prof. Guido Silvestri è uno dei principali ispiratori.

“Una vera giornata di scienza – argomenta la prof.ssa Claudia Piccoli, coordinatrice del corso di laurea in Scienze e Tecnologie Biomolecolari e organizzatrice dell’evento – quella che vivremo venerdì, insieme a cittadinanza e studenti. Il prof. Guido Silvestri è uno dei massimi esperti di HIV al mondo, uno scienziato che sta spendendo parte della sua vita nella divulgazione dei pericoli della disinformazione scientifica. Non solo, il prof. Silvestri si metterà a disposizione dell’Università di Foggia, e quindi della comunità, per affrontare ad ampio raggio il tema delle fake news e del crescente e pericoloso credito che viene attribuito a notizie spacciate per mediche ma prive di qualsiasi validità e fondamento. Con lui parleremo di questo e dell’importanza, da parte dell’Università di Foggia, di aderire al Patto trasversale per la scienza: un atto non solo formale ma sostanziale, per un ateneo come il nostro che rigetta ogni informazione non verificata. Siamo orgogliosi, inoltre, di essere il primo ateneo d’Italia ad aver aderito al Patto”.

La sottoscrizione del Patto trasversale per la scienza avverrà con la firma da parte del Rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci, e del Sindaco di Foggia, Franco Landella. “Con l’adesione dell’Università di Foggia al Patto trasversale per la scienza si completa, ma non si esaurisce, il cammino del nostro ateneo all’interno di un percorso di sostenibilità e consapevolezza – ha aggiunto Ricci –. L’Università di Foggia è stata la prima in Italia ad aderire all’appello del Ministero dell’Ambiente e a dichiararsi Plastic Free, così com’è stata tra le prime ad adottare le Fontane ecologiche che prevedono, appunto, la progressiva eliminazione della plastica da tutti i dipartimenti e dall’ateneo stesso. E tra qualche giorno sarà la prima ad aderire al Patto trasversale per la scienza, un documento che tutte le accademie italiane dovrebbero darsi come modello, a cui tutte le università dovrebbero ispirarsi come pensiero scientifico, ma senza sentirlo come obbligo. Noi abbiamo scelto di farlo perché convinti della necessità di restituire rigore alla divulgazione delle notizie di ambito medico e scientifico, per cui manterremo questo atteggiamento e questo approccio per molto tempo, poiché sarà condiviso dal mio successore, prof. Pierpaolo Limone“. All’organizzazione della giornata hanno partecipato, offrendo il proprio patrocinio, Comune di Foggia, Club Rotary Foggia e Club l’Unesco per Foggia.