Mafia, risoluzione del contratto con Adriatica Servizi. Comune di Foggia: “Per i cittadini non cambia nulla”

In considerazione dell’esito dell’informativa interdittiva antimafia della Prefettura di Foggia, con determina dirigenziale 1378 del 20 settembre 2019, il Comune di Foggia ha stabilito la risoluzione del contratto di concessione del servizio di accertamento e riscossione delle entrate tributarie, extratributarie e patrimoniali dell’Ente intrattenuto con Adriatica Servizi srl.
La società in questione è stata convocata lunedì per il passaggio delle consegne. La risoluzione dell’affidamento del servizio di riscossione ha effetto immediato ma “per i cittadini foggiani non cambia nulla – fanno sapere da Palazzo di Città -, è solo una questione riorganizzativa da parte dei nostri uffici. Il versamento di Imu, Tasi e Tari avviene già, tramite modello F24, su conti correnti intestati al Comune di Foggia. Le somme che dovessero affluire ad Adriatica Servizi per i tributi minori, come multe, Cosap, pubblicità, saranno dalla stessa riversate al Comune. In ogni caso, dalla prossima settimana, presso la sede municipale di via Gramsci, saranno attivi degli sportelli informativi per ogni richiesta di chiarimento”, tiene a precisare il sindaco di Foggia, Franco Landella.


In questo articolo: