Grassi gela gli imprenditori foggiani. “Sapete chi sono i mafiosi, nome e cognome. Siete con me o con loro?”

Il prefetto non arretra di un millimetro: “Qui non siamo in Emilia Romagna o nelle Marche. Questo territorio è in grande difficoltà. Una provincia condizionata dalla criminalità”

Duro intervento del prefetto di Foggia, Raffaele Grassi che continua imperterrito la sua battaglia contro la mafia. E davanti a circa 60 imprenditori locali, incontrati per fare il punto sul contrasto al racket e non solo, ha detto: “I clan li conosciamo tutti. Trisciuoglio, Francavilla, Prencipe, Li Bergolis, solo per fare qualche nome. Sono organizzazioni che conosciamo perfettamente. Nome e cognome. E tutti voi li conoscete. È tempo di aprire un tavolo di responsabilità, chi ci vuole stare ci sta. Con grande onestà intellettuale apro le porte all’imprenditoria onesta. Credo sia il momento di cambiare registro”.

E ancora: “Qui non siamo in Emilia Romagna o nelle Marche. Questo territorio è in grande difficoltà. Una terra condizionata dalla mafia foggiana. Si chiama mafia foggiana perchè è riconosciuto a questi sodalizi il vincolo del sodalizio mafioso. Ma in questi anni l’azione dello Stato è stata forte. Ha avuto in questi anni momenti di effervescenza. Con me si continua su questa linea e non arretrerà di un millimetro nell’azione di pulizia”.



In questo articolo: