Vieste, troppi giovani morti nella guerra per la droga. Canzone rap “Dall’alba” per risvegliare le coscienze

“La gente è stanca di subire in questa situazione dove le parole non hanno più niente da dire”

Una canzone per dire basta alla mattanza di Vieste, città afflitta da un lunga sequenza di omicidi di mafia, molti legati al business della droga. “La gente è stanca di subire in questa situazione dove le parole non hanno più niente da dire”: canta così Carmine Vecchione, in arte Ser Key.

A l’Immediato spiega il motivo che lo ha spinto a scrivere il pezzo dal titolo: “Dall’alba”. “Mi chiamo Carmine, ho 23 anni, in inverno vivo a Napoli e in estate per lavoro a Vieste, paese bellissimo ma che negli ultimi anni ha visto morire tanti miei coetanei uccisi dallo spietato business della droga.

Ho riflettuto, ho pianto, ho scritto una canzone e girato un videoclip che vorrei fosse veicolo di un messaggio forte e chiaro: morire per soldi e finta gloria, alla mia età è follia, follia è inseguire falsi miti con un unico capolinea, dietro le sbarre o sotto la nera terra. Forse sbaglio, ma spero che il messaggio contenuto nel mio video proprio perchè proviene da un ragazzo ed è incastonato in note rap (musica in voga proprio tra i giovani) possa essere recepito maggiormente”.



In questo articolo: