Tor di Lama, vanno a rilento i lavori per l’Istituto Agrario. I docenti: “Il territorio agricolo attende”

Lavori sui canali sulla statale per San Marco in Lamis, in località Tor di Lama. Ma dei lavori per l’Istituto professionale Ruggiero Greco neppure l’ombra, nonostante gli annunci attuali della Lega

Lavori sui canali sulla statale per San Marco in Lamis, in località Tor di Lama. Ma dei lavori per l’Istituto professionale Ruggiero Greco neppure l’ombra, nonostante gli annunci attuali della Lega.

L’istituto agrario era divenuto oggetto degli interessamenti dell’allora prefetta Rolli per una foresteria per migranti. Un progetto poi decaduto, dopo le proteste di docenti e comitati di campagna, a cominciare dal Comitato Arpinova.

“Siamo davanti all’istituto professionale Ruggiero Grieco in attesa della corrente da oltre un anno: la scuola è ancora chiusa in attesa di restauro ma ci sono i soldi della provincia per fare il massetto di cemento che rischia di non servire a nessuno”, rileva un agricoltore.

“Sono iniziati i restauri dell’ex alberghiero ma quelli dell’Agrario per cui c’è più urgenza ancora nulla- denuncia il docente Roberto Carchia– La Provincia avrebbe dato rassicurazioni sull’apertura della scuola per il prossimo è imminente anno scolastico ma di anno ne è già trascorso più di uno, inutilmente. Nicola Gatta si sta comunque muovendo rispetto a Miglio anche se lentamente rispetto alle esigenze didattiche degli studenti. Ricordiamo come il Ruggiero Grieco sia l’unico Istituto Professionale per l’agricoltura della di Foggia, capoluogo del Territorio agricolo più esteso e produttivo del Meridione e d’Italia! Non si rendono conto che si tratta di interruzione di pubblico servizio. A distanza di circa due anni dalla chiusura lo storico Istituto foggiano tornerà per l’a.s. 2019-2021 a formare nuovi tecnici per l’agricoltura dauna? Si sono intravisti movimento davanti all’edificio scolastico che stanno riguardando in particolar modo l’ex alberghiero Einaudi, ma per quanto riguarda l’agrario nonostante le rassicurazioni della provincia, i lavori di ripristino tardano ad iniziare. L’intero territorio dauno attende ansioso la riapertura dello storico Istituto professionale che ha formato tanti tecnici necessari al rilancio e allo sviluppo della nostra agricoltura fiore all’occhiello del Made in Italy in Europa e nel mondo”.