Migranti in corteo a Foggia guidati da figlia del ministro. Non convince legge contro caporalato

migranti corteo

Oltre 200 migranti africani in protesta a Foggia. Durante un corteo organizzato dalla Rete “Campagne in lotta” e guidato da Veronica Padoan (esattamente come circa due mesi fa), figlia del ministro dell’Economia, Pier Carlo, i braccianti hanno sfilato per chiedere di essere regolarizzati. Priorità a contratti di lavoro, alloggi dignitosi e mezzi di trasporto. Il corteo si è poi riunito nei pressi della Prefettura in corso Garibaldi.
Il disegno di legge contro il caporalato, di recente approvazione – ha dichiarato un manifestante – non ci convince, non tutela i lavoratori. Le modalità per ricevere i permessi di soggiorno restano poco chiare, sarebbe necessario garantire alloggi e trasporti. Solo così si potrebbe prevenire il caporalato”.