Bici elettriche modificate: sequestri e multe per 50mila euro a Cerignola. “Subito altri vigili urbani in strada”

Cicolella: “Proseguiremo con le verifiche in accordo con Polizia e Motorizzazione”

Tre ore di verifiche a tappeto, 21 mezzi a pedalata assistita controllati, 7 dei quali sequestrati e verbali per complessivi 50mila euro. È questo il resoconto dell’attività di monitoraggio del territorio compiuto in seguito all’ordinanza del sindaco di Cerignola, Francesco Bonito, sul transito selvaggio di bici e monopattini elettrici nel centro cittadino. 

Nella giornata di ieri gli agenti del Corpo di Polizia Locale, uomini della Polizia di Stato e il Gruppo specializzato nel controllo circolante della Direzione Generale territoriale Motorizzazione del Sud hanno dato vita ad una  operazione congiunta per verificare la regolarità tecnica dei mezzi controllati. Per le operazioni di verifica, e per accertare eventuali manomissioni, la Motorizzazione Civile ha messo a disposizione un “camper officina” in Piazza Duomo dotato di attrezzature elettroniche per svolgere i test tecnici e scovare irregolarità. 

“Negli ultimi tempi c’erano stati episodi poco piacevoli nelle zone pedonali di Cerignola, con una giungla di bici e monopattini elettrici, talvolta truccati, a disturbare la quiete pubblica. In seguito all’ordinanza firmata dal sindaco Bonito – spiega l’assessore alla sicurezza Teresa Cicolella – abbiamo intensificato i controlli, non solo sulla viabilità ma anche sulla “qualità” dei mezzi coinvolti. È una pratica che ripeteremo più volte perché non consentiremo a pochi trasgressori di intaccare la serenità di un’intera città”.  

“Una bici elettrica modificata – prosegue l’assessore- per il codice della strada diventa a tutti gli effetti un ciclomotore: le sanzioni salatissime elevate a tutti quei mezzi che superano la velocità stabilita da legge di 25km/h tengono quindi conto di tutte quelle violazioni applicabili non più, appunto, ai mezzi a pedalata assistita ma ai ciclomotori, a partire dalla mancata assicurazione. L’amministrazione comunale e questo assessorato non arretreranno di un centimetro rispetto alle indicazioni già diramate”.  

“Inoltre – aggiunge il sindaco Francesco Bonito- stiamo provvedendo a rinforzare il Corpo di Polizia Locale con ulteriori unità, considerata la cronica carenza di personale. La sicurezza è un tema che ci sta molto a cuore e su cui lavoriamo senza sosta. Proseguiremo con le multe nel caso di inosservanza dell’ordinanza e proseguiremo con i controlli a tappeto su tutti quei mezzi modificati che potrebbero rappresentare un reale pericolo per l’incolumità pubblica”.



In questo articolo: