Interessi criminali sui fondi del Pnrr, accordo per controlli della Gdf con Comune e Provincia di Foggia

Con il protocollo di intesa, le parti si impegnano ad “assicurare un flusso reciproco di notizie e di dati utili, al fine di una maggiore efficacia nel perseguimento dei rispettivi fini istituzionali, in modo tale da rafforzare la tutela della legalità dell’azione amministrativa, relativa all’utilizzo di risorse pubbliche”

“Rafforzare le attività di prevenzione, controllo e tutela delle misure di finanziamento pubblico e di investimento ai fini dell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, attraverso una stretta collaborazione istituzionale, una robusta attività di vigilanza ed un costante scambio di informazioni”. Sono gli obiettivi del Protocollo d’Intesa che la Provincia di Foggia ed il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia sigleranno lunedì 13 giugno, alle 12.00, nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana.
L’intesa punta a mettere in campo tutte le azioni utili a garantire un adeguato presidio di legalità sui finanziamenti del PNRR, nel rispetto del Regolamento 241 del 2021, con il quale è stato previsto che gli Stati membri debbano adottare ogni iniziativa finalizzata a prevenire e contrastare i casi di frode, corruzione, conflitto di interesse e doppi finanziamenti, lesivi degli interessi finanziari dell’Unione. A firmare il Protocollo d’Intesa saranno il presidente della Provincia, Nicola Gatta, ed il Colonnello Andrea Di Cagno, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia. Anche il Comune di Foggia firmerà l’accordo, il 16 giugno.

L’attuazione del P.N.R.R., infatti, prevede un impegno sfidante per gli enti territoriali, chiamati ad un importante sforzo per la gestione delle risorse più cospicue mai destinate alla spesa pubblica che rappresentano un’occasione unica per rilanciare questo territorio ricco di potenzialità.

“In tale contesto – spiegano in una nota da Palazzo di città – , per implementare la collaborazione reciproca e garantire un adeguato presidio di legalità a tutela delle risorse dei Piani, il Comune di Foggia e la Guardia di Finanza, si sono impegnati a mettere in campo una stretta sinergia info-operativa per prevenire e segnalare illeciti e violazioni sulle opere finanziate con le risorse del P.N.R.R. e del PNC, dando così concreta attuazione alle linee guida stabilite a livello europeo e nazionale per vigilare le delicate fasi di attuazione delle diverse progettualità finanziate con risorse europee e nazionali”.

Con il protocollo di intesa, le parti si impegnano ad “assicurare un flusso reciproco di notizie e di dati utili, al fine di una maggiore efficacia nel perseguimento dei rispettivi fini istituzionali, in modo tale da rafforzare la tutela della legalità dell’azione amministrativa, relativa all’utilizzo di risorse pubbliche, prime fra tutte quelle del P.N.R.R., e dare corso a interventi il più possibile tempestivi rispetto al momento della erogazione delle risorse, per intercettare ogni eventuale frode sin dalla loro genesi, lesiva degli interessi finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli Enti Locali”.

Grazie al protocollo, l’attività di monitoraggio del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia potrà giovarsi dell’impegno, assunto dal Comune di Foggia, a fornire informazioni e notizie circostanziate, raccolte nella fase di esecuzione del contratto e ritenute utili alla prevenzione e alla repressione di eventuali illeciti in tale specifico settore. In particolare, è interesse delle parti firmatarie implementare un tempestivo flusso informativo a favore della Guardia di Finanza, quale Forza di Polizia economico finanziaria specializzata nella tutela della spesa pubblica nazionale e dell’Unione europea, al fine di contrastare ogni caso di corruzione, conflitto di interesse, doppi finanziamenti, indebita aggiudicazione e/o percezione di risorse finanziarie pubbliche, frode nell’esecuzione di contratti pubblici e ogni altra attività illecita posta in essere con riguardo all’utilizzo delle risorse finanziarie erogate dall’Unione Europea.

L’amministrazione comunale segnalerà al Comando Provinciale del Corpo, inoltre, gli interventi, i realizzatori o gli esecutori che potrebbero presentare particolari profili di rischio, per favorire le attività di analisi e controllo sul territorio svolte dalla Guardia di Finanza.

Tale strumento di collaborazione tra le Istituzioni rafforza i presidi di legalità già esistenti, affiancandosi alle verifiche antimafia effettuate dalla Prefettura nella fase antecedente la stipula dei contratti. In quest’ottica è chiaro come l’intesa tra il Comune di Foggia e la Guardia di Finanza di Foggia miri a salvaguardare l’interesse dei cittadini e dell’economia, contribuendo così alla crescita produttiva e ad uno sviluppo virtuoso del tessuto economico del territorio foggiano. La durata del protocollo è correlata al completamento degli interventi finanziati con risorse del P.N.R.R. e del Fondo complementare, e comunque scadrà il 31 dicembre 2026.



In questo articolo: