Mafia Foggia, il capo della DDA: “I recenti pentiti porteranno a nuove collaborazioni. Sconfiggiamo i clan”

Aumentano i collaboratori di giustizia mentre in città arrivano i magistrati antimafia che saranno accolti nell’ex scuola di polizia. “Passi importanti nella lotta alla criminalità organizzata”

“Saremo più vicini a questo territorio. Oggi facciamo un altro passo per sconfiggere la criminalità organizzata a Foggia. Saremo presenti a turno con i magistrati che già vengono qui per udienze ed atti di investigazione ma che adesso avranno un luogo fisico”. Lo ha detto il capo della DDA di Bari, Roberto Rossi intervenuto oggi alla presentazione del nuovo polo universitario nell’ex scuola di polizia di Piazza Italia a Foggia.

A l’Immediato anche un commento sui recenti pentiti che tra Foggia e Gargano stanno squarciando il velo di omertà: “Vuol dire che si stanno raggiungendo i risultati. Uno collabora quando sa che non ha più spazio e possibilità di poter continuare a fare la vita di prima. Le collaborazioni apriranno ad altre collaborazioni, così si inizia a sconfiggere la mafia”. Come ufficializzato oggi, la caserma Miale, oltre ad ospitare studenti e investigatori Dia, accoglierà i magistrati antimafia della DDA di Bari, spesso nel capoluogo dauno per seguire i maggiori processi ai clan della provincia. Un passo importante nella guerra al malaffare.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: