Erbacce e sporcizia sui marciapiedi di Foggia, ancora aperta la gara del verde pubblico da 3,5 milioni di euro

Non si contano le segnalazioni e le richieste da parte dei cittadini sullo stato comatoso del verde nel capoluogo dauno

Non si contano le segnalazioni e le richieste da parte dei cittadini sullo stato comatoso del verde a Foggia. Come di consueto con i primi caldi afosi e in assenza di diserbanti ormai vietati per legge, le aiuole, le strade e bocchette delle varie alberature sono ormai infestate di erbacce, già secche per la mancanza di pioggia e per le temperature già elevatissime. Insetti e sporcizia di ogni genere fanno la loro bella mostra nei marciapiede e nei giardini pubblici foggiani.

La manutenzione vegetale e le banchine stradali sono state abbandonate, eppure il vecchio appaltatore dovrebbe assicurare un servizio al mese. Scade il 22 giugno il nuovo bando voluto dalla commissione straordinaria per il verde pubblico per la durata di tre anni con un importo di 3,5 milioni di euro. Nei giorni scorsi è stato necessario rimodulare il capitolato d’appalto ritenuto troppo stringente dalle ditte ed è stata riaperta così la gara.

Intanto è stato chiuso oggi l’iter di aggiudicazione del servizio per la manutenzione stradale dei marciapiedi, quasi tutti totalmente dissestati, per un valore di 1,8 milioni di euro per 5 anni. Ha vinto la gara la ditta di Michele D’Alba di Puglia Impresa, le Tre Fiammelle.



In questo articolo: