In arrivo due nuove rotatorie al posto dei semafori a Foggia. Prime liquidazioni all’impresa della segnaletica stradale

Semaforo o rotatoria? La domanda è tutt’altro che retorica o pedante. Non mancano i dubbi infatti da parte dei residenti per le nuove rotatorie installate in zone densamente abitate, con numerosi punti vendita e la presenza di una popolazione molto giovane

Prime liquidazioni di spesa per la segnaletica stradale e la manutenzione degli impianti semaforici per i primi mesi dell’anno pari a circa 46mila euro. La questione dei semafori foggiani, come si ricorderà, era stata attenzionata dalla relazione prefettizia di scioglimento dell’ente comunale, dal momento che la società Segnaletica Meridionale, vicina ad una delle batterie della Società, era stata colpita da interdittiva antimafia. Tutto il pacchetto della segnaletica fu quindi messo a gara dalla commissione straordinaria.

Con determinazione dirigenziale, il Comune alla fine del 2021 approvava i verbali, aggiudicando definitivamente l’appalto alla Società S.I.F.I.S. s.r.l. con sede in Roma, avendo acquisito un punteggio totale di 96,109 punti con un ribasso del 20,278% sull’importo a base d’asta di 2.393.189,00 euro al netto di IVA e quindi con un’offerta economica di 1.907.898,13 euro.

Oggi però almeno per i semafori l’appalto appare più piccolo, se si considera che sono state installate altre due rotatorie di prova. Una all’incrocio trafficato e a lunga percorrenza della parrocchia di San Ciro in zona stadio e l’altro a Viale Giotto, nei pressi della parrocchia di San Guglielmo e Pellegrino, dove verrà anche realizzata una nuova pista ciclabile.

Semaforo o rotatoria? La domanda è tutt’altro che retorica o pedante. Non mancano i dubbi infatti da parte dei residenti per le nuove rotatorie installate in zone densamente abitate, con numerosi punti vendita e la presenza di una popolazione molto giovane.



In questo articolo: