Anche il pane in vendita al mercato, sotto il sole e con 30 gradi: “Abbiamo toccato il fondo”. Il caso a Manfredonia

Il grido d’allarme è dei panificatori di Manfredonia e del Gargano che lamentano l’assenza di controlli nei confronti degli abusivi

Ormai nelle strade di Manfredonia si vende di tutto: frutta, pesce, mozzarelle, caciocavallo, olio, frutta secca, verdura. E da oggi anche il pane. La segnalazione arriva dal mercato settimanale che ogni martedì diventa il punto di riferimento per la spesa dei cittadini di tutto il Gargano. Oggi il traffico è andato in tilt nella zona Scaloria dove si svolge uno dei mercati più ricchi del Mezzogiorno. Già vendere alimenti sotto il sole e le temperature ormai prossime ai 30 gradi non dovrebbe essere legale, poi, come è accaduto oggi, anche il pane depositato in alcune ceste tenute a terra in condizioni al limite dell’igiene e della sicurezza alimentare. Il grido d’allarme è dei panificatori di Manfredonia e del Gargano che lamentano l’assenza di controlli nei confronti degli abusivi. “Oggi abbiamo toccato il fondo. Vendere il pane in strada non si può vedere. Non possiamo fare sempre finta di niente, anche perché noi nei nostri forni siamo soggetti a controlli continui, gli abusivi invece possono farlo”.



In questo articolo: