Un albergo diffuso al posto delle case vuote di Sant’Agata di Puglia. Il nuovo sindaco vuole frenare lo spopolamento

Pietro Bove rivela il suo sogno nel cassetto: “Ho in mente un grande progetto culturale coinvolgendo Ascoli Satriano, Deliceto, Rocchetta Sant’Antonio e Trevico”

Con soli 17 voti di vantaggio sullo sfidante Andrea Del Vento, Pietro Bove si è aggiudicato la sfida elettorale a Sant’Agata di Puglia ed è il nuovo sindaco del piccolo borgo dei Monti Dauni. Frenare lo spopolamento, aprire le porte a nuovi e forti investitori, recuperare tutte le case vuote del centro storico per creare un grande albergo diffuso. Sono solo alcuni degli obiettivi che il neo sindaco si è prefisso di raggiungere nei prossimi anni. Infine il sogno nel cassetto. “Sant’Agata si trova al centro di un crocevia tra tre regioni (Puglia, Campania e Basilicata) dove avviare un grande progetto culturale coinvolgendo Ascoli Satriano, Deliceto, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata e Trevico. Ascoli perchè ha dato i natali a Michele Placido, Deliceto dove S. Alfonso ha composto la canzone di Natale più cantata nel mondo (Tu Scendi dalle Stelle), Sant’Agata con il nostro Toni Santagata e Trevico in provincia di Avellino dove è nato Ettore Scola“.



In questo articolo:


Change privacy settings