“La funivia per arrivare a Monte Sant’Angelo e un parcheggio in Foresta Umbra”. Le bizzarre idee del presidente del Parco del Gargano

Come immagina il promontorio nel 2025? Pasquale Pazienza ne ha parlato durante una videoconferenza online. Ma le sue proposte sono sembrate piuttosto strampalate

Un’altra idea bizzarra per il Parco del Gargano? Dopo il ponte per unire le Isole Tremiti, progetto pensato da un ingegnere di Manfredonia, e il ponte tibetano sul vallone di Pulsano, ecco la funivia tra la piana di Macchia e Monte Sant’Angelo. Qualcuno ne parlò almeno qualche decennio fa, ma nelle scorse ore l’iniziativa è stata rilanciata dal presidente del Parco in persona, il professore Pasquale Pazienza. Intervenuto ad una videoconferenza sul piano di gestione Unesco, in un incontro online dal titolo “Monte Sant’Angelo 2025: la vision, le strategie”, Pazienza ha parlato anche di “un parcheggio in Foresta Umbra”. Poi ha tirato fuori la storia della funivia o di una funicolare: “Questo progetto per raggiungere Monte con mezzi di trasporto alternativi lo lascerei all’orizzonte. In un Comune come quello di Monte Sant’Angelo sarebbe necessaria un’accessibilità diversa soprattutto se pensiamo al caos di auto nel giorno della festa patronale. E allora l’implementazione di una funivia potrebbe qualificare meglio il territorio”.

Immagine di funivia; nel riquadro, Pazienza





Change privacy settings