Non ci sono più posti in Rianimazione Covid a Foggia: su 9 pazienti, 7 sono intubati. La “riserva” occupata per altre patologie

La situazione dell’emergenza sanitaria nell’ospedale di viale Pinto. Hanno scatenato numerose reazioni le parole della primaria Cinnella a Repubblica. Tre persone trasferite sabato scorso

Rianimazione Covid piena al Riuniti di Foggia. Tutti occupati i 9 posti disponibili. È quanto emerge dall’ospedale di viale Pinto dopo l’allarme lanciato dalla primaria Gilda Cinnella sulle colonne di Repubblica. Tre persone, ieri, sabato 17 ottobre, sono state trasferite in altre strutture (uno a San Severo e gli altri due a Casa sollievo).

Insomma, al Riuniti non ci sono più posti e i 5 da convertire sono al momento occupati da pazienti non Covid. Inoltre, andrebbero ultimati i lavori per consentire all’ospedale di ampliare la disponibilità per le persone colpite dal virus. I 5 posti – come anticipato dalla Cinnella – erano già stati Covid a marzo, poi sono stati riassegnati ai reparti di origine. Adesso, alla luce della seconda ondata, andrebbero riallestiti i percorsi.

Desta preoccupazione, intanto, la situazione dei 9 ricoverati. Di questi ben 7 intubati. Il paziente più giovane ha poco meno di 60 anni.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo:


Change privacy settings