Puglia, Emiliano a caccia dei due seggi mancanti. Gatta a rischio, ma la giurisprudenza e il Viminale sono dalla sua parte

27 o 29 sono i seggi da assegnare al centrosinistra? Secondo il Viminale e una interpretazione anche del 2015 sarebbero solo 27 da qui l’elezione dei due consiglieri di minoranza nella Bat e a Foggia.

Da alcuni calcoli relativi al premio di maggioranza in Consiglio regionale potrebbero essere ripescati Michele Mazzarano (Pd, Taranto) e Peppino Longo (Con, Nar), ai danni di Grazia Di Bari (M5S, Bat) e Giandiego Gatta (Fi, Foggia), attualmente eletti.
27 o 29 sono i seggi da assegnare al centrosinistra? Secondo il Viminale e una interpretazione anche del 2015 sarebbero solo 27 da qui l’elezione dei due consiglieri di minoranza nella Bat e a Foggia.

Gli avvocati consultati dall’entourage del governatore hanno predisposto una memoria che potrebbe essere presentata all’Ufficio elettorale centrale (presieduto quest’anno dalla dottoressa Maria Mitola), con l’obiettivo di contestare questa interpretazione. Ma la giurisprudenza sul punto sembrerebbe costante (ad esempio la sentenza 3050/2016 del Consiglio di Stato) e, del resto, è accaduta la stessa identica cosa nel 2015. Quanto al seggio assegnato a Raffaele Fitto come miglior candidato presidente non eletto esso è stato sottratto al «resto» più basso della coalizione, che sembrerebbe essere il settimo seggio di Fratelli d’Italia, ovvero il secondo in provincia di Lecce, vale a dire Erio Congedo, che rimarrà consigliere regionale, se come presumibilmente sembra Fitto resterà al Parlamento Europeo.





Change privacy settings