Pippo Cavaliere torna alla guida del “Buon Samaritano”. Nuova sede per la fondazione antiusura

È stato formalizzato il passaggio di consegne tra lui e il vicepresidente Nando Giuva

C’è chi invocava una sua candidatura alle Regionali nel 2020 in una lista civica a supporto del presidente Michele Emiliano, chi lo avrebbe visto bene alla presidenza del Consorzio Asi, ma l’ex candidato sindaco del centrosinistra extralarge, l’ingegner Pippo Cavaliere, con il consenso unanime del Consiglio direttivo, ha deciso di ritornare alla guida della Fondazione Antiusura Buon Samaritano e di proseguire nel suo impegno contro le mafie e l’illegalità. È stato formalizzato ieri il passaggio di consegne tra lui e il vicepresidente Nando Giuva, che lo aveva sostituito nei mesi di campagna elettorale, per mettere al riparo la Fondazione da strumentalizzazioni politiche.
Da luglio la FBS ha anche una nuova sede, da via Cantù gli uffici sono stati trasferiti in via Campanile nei locali del palazzo dove ha sede anche la Caritas.