“Pazienza chi?”, Emiliano si affida ai sindaci del Gargano per la nomina di Maggiano a presidente del Parco

“Conosco molto meglio il presidente di Legambiente”, ha detto il governatore pugliese riferendosi al nome di Franco Tarantini proposto per l’Alta Murgia

Da due anni senza un presidente. Il Parco del Gargano ha bisogno di una guida, ma il nome indicato dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il professor Pasquale Pazienza, non piace affatto al governatore Michele Emiliano. Quest’ultimo – come già anticipato a l’Immediato -, continua a preferire l’avvocato di Peschici Gianni Maggiano.

Durante l’incontro con i giornalisti oggi a Foggia, l’ex magistrato ha commentato: “Io so che il presidente della Repubblica ha sollecitato il ministro a sbrigarsi nella nomina, dopodiché ne parlerò con i sindaci, con la consapevolezza di dover andare un po’ incontro al ministro, questo l’ho capito perché altrimenti rimarremmo senza presidente. Mi auguro di avere buone idee da parte dei sindaci del Gargano, che capisco saranno in parte delusi. D’atra parte il meccanismo è infernale: bisogna trovare una intesa tra il presidente della Regione e il ministro, con la mia fissa per la partecipazione dal basso, perché vorrei la condivisione dei sindaci”.

Sull’ex assessore di Palazzo Palazzo Dogana taglia corto: “Io non so nemmeno chi è Pazienza, posso solo dire che è il nome del ministro. Conosco molto meglio il presidente di Legambiente”, conclude riferendosi al nome di Franco Tarantini proposto per l’Alta Murgia.