“L’avvocato torni al centro dello scacchiere giudiziario”. Le ambizioni di Luigi Leo in vista delle elezioni per il Consiglio dell’Ordine

I programmi della lista “Mai più soli”

“Per la prima volta nella storia dell’Ordine Avvocati Foggia, 27 colleghi che neppure si conoscevano si sono aggregati con incredibile entusiasmo ad un programma elettorale predefinito a ripristinare onore e decoro alla categoria”. Esordisce così il legale Luigi Leo candidato alla carica di presidente dell’Ordine degli Avvocati di Foggia, a pochi giorni dalle elezioni che si terranno il 16, 17 e 18 luglio.

“Finora le liste di candidati si confezionavano su accordi e compromessi segreti – continua Leo –. Quale candidato presidente della lista ‘Mai più soli’, a differenza di altri candidati presidenti, sponsorizzati da questa o quella associazione, rappresento gli interessi dell’Avvocatura di Capitanata nel loro complesso a tutela degli avvocati giovani e meno giovani. La novità più entusiasmante del nostro programma elettorale è il ripristino della centralità della figura dell’avvocato nello scacchiere giudiziario con un Consiglio dell’Ordine vigile e reattivo su abusi e soprusi e ripristino dell’equilibrio perduto tra gli operatori di giustizia. La seconda novità è la rimozione di ruggini e incrostazioni nei meccanismi della avvocatura con neutralizzazione di conflitti, interessi privati, abitudini degenerate. La terza novità è la eliminazione di disordine e caos nel palazzo di giustizia facendo leva sul rigoroso rispetto della legalità da parte di tutti e sulla tecnologia più avanzata a disposizione. Abbiamo l’ambizione di traghettare il palazzo di giustizia di Foggia al primo posto in Italia”.



In questo articolo: