Pronti 800mila euro per i lavori di sistemazione della scuola “Pascoli”. C’è l’ok dal Comune di Foggia

Il sindaco Franco Landella, tramite l’ufficio competente, ha appena comunicato alla dirigente scolastica, Mariolina Goduto la concessione con Decreto Ministeriale del finanziamento

Ottime notizie in arrivo per l’Istituto Comprensivo “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” di Foggia, in particolare per il plesso “Pascoli”. Il sindaco di Foggia, Franco Landella, tramite l’ufficio competente, ha appena comunicato alla dirigente scolastica, Mariolina Goduto la concessione con Decreto Ministeriale del finanziamento di 800.000 euro per i lavori di sistemazione del plesso. Le opere saranno aggiudicate entro il 19 agosto 2019 attraverso regolare procedura di bando pubblico. Il finanziamento è stato destinato dopo le indagini condotte dall’Ufficio Lavori Pubblici nella scuola “Pascoli” nel 2015, su iniziativa del Ministero competente.

Un’attenzione particolare è stata riservata alla scuola “Pascoli” dalla Soprintendenza ai Beni Culturali, in quanto si tratta di un edificio di rilevanza storico-artistica per la città di Foggia. Il Comune resta, inoltre, in attesa della conferma di un altro finanziamento statale relativo al piano anti-incendio della Scuola “Pascoli” già presentato all’attenzione del Ministero.

L’ampliamento consentirà all’Istituto Comprensivo determinanti cambiamenti: innanzitutto la possibilità di destinare un maggior numero di aule alla scuola secondaria di primo grado che, nell’ultimo triennio è cresciuta in modo determinante, passando dalle tre classi iniziali alle dieci del prossimo anno scolastico, estendere, organizzare e strutturare il numero dei laboratori didattici di cui una parte destinati agli alunni più grandi. Una importante novità insomma, che permetterà finalmente ad una delle scuole più importanti ed antiche di Foggia di rientrare finalmente in possesso dei suoi spazi per continuare a programmare e realizzare il suo percorso di innovazione didattica e contribuire alla crescita culturale del territorio, in sinergia con gli attori istituzionali e non.





Change privacy settings