Stop ai “furbetti” delle immatricolazioni in provincia di Foggia: “Per anni non pagata imposta provinciale”

Sta per essere pubblicato il nuovo regolamento dell’Ente che, secondo il presidente Gatta, metterà fine alla “pratica ignobile”

“Con l’approvazione, nell’ultimo Consiglio provinciale, del nuovo regolamento IPT ( Imposta Provinciale di Trascrizione), abbiamo messo fine ad una pratica ignobile, molto diffusa da diversi anni in alcune aree della provincia che consentiva l’immatricolazione di autoveicoli, eludendo il pagamento dell’imposta provinciale”. A dichiararlo è il presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta.

Infatti, è in pubblicazione all’Albo Pretorio, la deliberazione del Consiglio Provinciale n. 1 del 25 febbraio/2019 che ha approvato il “Regolamento dell’imposta provinciale di trascrizione, iscrizione ed annotazione dei veicoli richiesti al pubblico registro automobilistico”, abrogando il precedente Regolamento dell’I.P.T.

L’articolo 2 del nuovo regolamento, rubricato “Presupposti dell’imposta e soggetti passivi”, prevede a tale scopo, una nuova disciplina all’imposta nel caso di applicazione dell’istituto della tutela del venditore, così come già fatto da numerose Province d’Italia, stabilendo, a seguito di tale evenienza, che detta imposta sia dovuta dal soggetto richiedente la registrazione del trasferimento al P.R.A., all’atto della stessa, anche se persona diversa dall’acquirente. Il nuovo Regolamento ha, altresì, aggiornato tutti gli articoli, in conformità della normativa vigente.