Tommasi interpellato sul Foggia: “Situazione societaria non bella, i giocatori hanno sollecitato presenza AIC”

Preoccupa l’imminente scadenza del 16 marzo sugli stipendi di gennaio e febbraio non ancora pagati

“Non è una bella situazione, c’è un problema societario, visti i problemi giudiziari del patron Fedele Sannella“. Lo ha dichiarato Damiano Tommasi, presidente dell’AIC., interpellato sul difficile momento del club rossonero che sarebbe in difficoltà economiche già da tempo. “Come Aic siamo stati a colloquio con i giocatori, hanno sollecitato la nostra presenza per essere al corrente della situazione del club, vista l’imminente scadenza del 16 marzo sugli stipendi di gennaio e febbraio non ancora pagati. Questa scadenza è una novità per la B, permette alla Federazione di avere la tempistica di penalizzare prima degli spareggi (play-off e play-out). Quanto rischia di penalizzazione il Foggia? Se non dovessero essere pagati questi due mesi, si andrebbe a -4. Ogni giocatore è in una posizione diversa, c’è chi è in prestito, come Iemmello, o chi è arrivato a gennaio. Sicuramente il monte ingaggi è importante per la B”.

Proprio alla luce di queste difficoltà, nelle scorse ore – come già riportato da questa testata – la società avrebbe incontrato i giocatori per spiegare loro l’attuale situazione, prospettando un possibile ritardo nei pagamenti. Pazienza ed impegno sul campo restano le costanti da tenere sempre in considerazione per Agnelli e compagni che mai, come in questo momento, sono chiamati a stringersi ancora di più per tirarsi fuori dalle zone calde della classifica.



In questo articolo: