Sempre più dura la vita nei supermercati di Foggia. Vaira: “Situazioni al limite del caporalato”

È di questi giorni la notizia dell’ingresso nel coordinamento provinciale di un altro salumiere “combattente”, Tommaso Piacentino

Starebbero continuando i casi di sfruttamento e vessazione nei supermercati della provincia di Foggia. Si ricorderà il caso di Marco Piacquadio, salumiere di un punto vendita nella piccola Macchia Gialla e della sua lunga battaglia insieme al sindacato Cub.

C’è stata in questi giorni l’udienza, nel frattempo Piacquadio è stato assunto da una nuova catena, Carni&Affini, dove ha trovato un clima più favorevole.

È di questi giorni la notizia dell’ingresso nel coordinamento provinciale Cub Foggia di un altro salumiere “combattente” per i diritti dei lavoratori, Tommaso Piacentino, una persona di grande esperienza, di 52 anni e che ha cominciato addirittura nei magazzini alimentari della Standa.

Piacentino va a rafforzare Marco Piacquadio nella Cub nel coordinamento dei responsabili della GdO, presieduto dal segretario Michele Vaira.

Molti lavoratori sono stati massacrati sul posto di lavoro solo per essersi iscritti al sindacato. Nei supermercati foggiani si vivono situazioni al limite, di puro caporalato. Ma lotteremo per i diritti dei dipendenti”, osserva Vaira a l’Immediato.



In questo articolo: