Dopo 25 anni Foggia torna nel Consiglio Nazionale Forense. Grazie all’avvocato Carolina Scarano

“Sono veramente emozionata per la responsabilità e l’onore di rappresentare i colleghi”

Con elezioni tenutesi nel dicembre 2018, seguite dalla proclamazione ufficiale del 22 febbraio scorso, l’avvocato Carolina Rita Scarano è stata nominata quale componente nel massimo organo istituzionale dell’Avvocatura italiana.

Dopo 25 anni esatti, dunque, il Foro di Foggia torna ad esprimere uno dei 34 componenti del CNF. L’avvocato di San Marco in Lamis, 54 anni, di cui 25 passati con la toga addosso, ha ricoperto nell’ultima consiliatura dell’Ordine degli Avvocati di Foggia la carica di Vicepresidente, occupandosi principalmente della formazione obbligatoria per gli avvocati di Capitanata.

“Sono veramente emozionata per la responsabilità e l’onore di rappresentare i colleghi dei Fori di Foggia, Bari e Trani nel Consiglio Nazionale Forense in un momento molto delicato per l’avvocatura tutta. Le difficoltà della contingenza economica, infatti, non hanno certo risparmiato la classe professionale cui appartengo. Purtroppo, la carenza di organico dei magistrati che investe in SUD, e Foggia in particolare, ingenera numerose criticità che sfociano nel procrastinarsi dei processi, influendo negativamente, così, sulla celerità e sulla efficacia delle sentenze pronunciate. Porterò, quindi, nel CNF la massima attenzione verso il nostro territorio, sicura che il miglioramento del sistema giustizia si potrà riverberare, nel medio periodo, in termini di benefici concreti anche su tutto il tessuto sociale di Capitanata”.



In questo articolo: