“Nonostante tutto”. Al Giordano il ricordo delle vittime della Shoah, sul palco studenti e docenti

Ogni anno, il 27 gennaio, ricorre il Giorno della Memoria, durante la quale si commemorano le vittime della Shoah. Poiché quest’anno la data cade di domenica, per poter coinvolgere anche gli studenti foggiani, il Comune-Assessorato Pubblica Istruzione ha posticipato la celebrazione a martedì 29, presso il Teatro “Umberto Giordano”, a partire dalle 10.30,  con un evento intitolato “Nonostante tutto”, performance attoriale e musicale dedicata alle scuole medie di Foggia e curata dalla Compagnia “Luce in Scena” di Foggia. Sul palco, gli attori Stefania Benincaso ed Emanuele Pacca, la pianista Simona Aprile e la violinista Francesca Scarano.

Il testo teatrale è tratto dal “Diario di Anna Frank”, mentre le interazioni musicali sono temi di film e composizioni di repertorio che hanno raccontato la tragedia dell’olocausto.

Seguiranno le relazioni storica e giuridica di docenti dei dipartimenti di Giurisprudenza e di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Foggia, dedicate alle vicende che diedero vita alle leggi razziali e agli orrori dei campi di stermini che saranno affidate a Stefano Picciaredda, docente di Storia Contemporanea – Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia e a Gianpaolo Maria Ruotolo Docente di Diritto Internazionale – Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia.