Parco del Gargano, FareAmbiente fuori dal coro. “Equilibrata e valida la terna direttoriale”

Francesco Bacchelli non condivide la bocciatura degli ambientalisti: “Ricordiamo che la dottoressa Carmela Strizzi si è distinta perché è colei che ha presentato la pratica per il riconoscimento della faggeta nel Patrimonio Unesco”

Controcorrente rispetto alle associazioni ambientaliste e al Fai presieduto dal prof Saverio Russo, mentre il coordinatore dei No Triv Raffaele Vigilante contesta l’immobilismo dei 5 Stelle, FareAmbiente col suo presidente per la Puglia Nord, Francesco Bacchelli plaude alla terna direttoriale proposta per il Parco del Gargano.

Francesco Bacchelli

Ho seguito la questione e ho letto alcune posizioni, come FareAmbiente noi gradiamo molto la terna proposta, perché crediamo che sia equilibrata e ricca di curriculum adeguati. Ricordiamo che la dottoressa Carmela Strizzi si è distinta perché è colei che ha presentato la pratica per il riconoscimento della faggeta nel Patrimonio Unesco. Una sua riconferma sarebbe un segnale favorevole”, osserva Bacchelli che ha dato la sua disponibilità per la presidenza del Parco e ha inviato il curriculum al Ministero al tavolo del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

“Gli stessi che protestano e contestano la terna si esprimono con delle associazioni nominalistiche, sono gli stessi che si erano candidati come direttori, Legambiente, Wwf e altri soggetti sono in conflitto di posizione”, aggiungono altri ambientalisti con loghi meno blasonati.