Pioggia di insulti a Vladimir Luxuria per la sua presenza allo Zaccheria. Lei si offende poi ci ripensa

Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria insultata su Facebook. L’ex deputata, oggi conduttrice tv, aveva annunciato la propria presenza allo stadio “Zaccheria” di Foggia per il match di domani contro la Juve Stabia alle 15. Prima di fare dietrofront a causa dei commenti volgari comparsi sul social network. La Luxuria era pronta a sostenere l’operazione “Sold out” applicata dal marketing del Foggia Calcio per le due partite casalinghe consecutive del 10 e 16 gennaio. In un video pubblicato sulla pagina ufficiale del Foggia e poi condiviso sul suo account personale, aveva dichiarato di voler aderire all’iniziativa, invitando tutti i tifosi a gremire le tribune dello stadio. Tutto bene fino a quando non sono partite le offese.

“Ho letto molti commenti volgari e offensivi e ho deciso di restarmene a casa a tifare comunque per la squadra della mia città che forse non merita rappresentanti così cattivi”, ha dichiarato. E non sono serviti a farle cambiare idea – almeno fino a oggi – gli appelli del club pugliese e la solidarietà massiccia della maggioranza dei tifosi: “Ringrazio la Direzione del Foggia Calcio per avermi invitata allo stadio. Ma dopo aver pubblicato il mio video sono comparsi così tanti commenti negativi e insulti da parte della tifoseria che ho deciso di restarmene a casa. E comunque Forza Foggia!”. Poi, per fortuna, Vladimir Luxuria ha annunciato che sarà regolarmente allo stadio. Ecco cosa ha scritto su Facebook: “Dopo aver fatto sapere che non sarei più andata allo stadio per gli insulti letti (e che non nascondo mi hanno ferita) ho ricevuto molti messaggi di solidarietà da parte di foggiane e foggiani (Emilio in primis) che mi invitavano ad assistere alla partita. Tra ieri e oggi inoltre ho parlato con la Società Foggia Calcio, il Presidente, il Direttore, Il Mister Allenatore, Calciatori, Soci…. persone che mi hanno fatto scoprire l’aspetto più bello, più sano, più sportivo e più aperto del gioco del pallone. Allo stadio ci sarò. L’affetto dei tanti vince sull’odio di qualcuno. Preferisco la rete allo stadio della rete fognaria di chi sfoga dietro una tastiera le proprie frustrazioni o altro. Tiferò con voi con la vostra passione e amore per la mia città e la sua squadra, ed è questo l’unico motivo per cui ci sarò. Intanto il primo goal il Foggia già lo ha segnato: contro la cattiveria. Grazie e ZaF0!”