Sulla spiaggia di Vieste uno dei festival free-beach più importanti d’Europa. Tre giorni di “Infestazioni Soniche”

Vieste all’avanguardia nel campo del turismo e dell’offerta musicale: a partire dal 6 agosto la città sarà protagonista di uno dei più importanti festival free-beach d’Europa, chiamato “Infestazioni Soniche”. L’evento, realizzato dall’omonima associazione culturale, con l’aiuto dell’assessorato al Turismo e Cultura del Comune di Vieste, si terrà all’ombra del faraglione simbolo della città, il Pizzomunno. Nei tre giorni del festival si alterneranno tantissimi artisti di calibro internazionale tra cui spiccano i nomi di Super Flu, duo tedesco che sta contribuendo in maniera netta all’evoluzione della scena house/techno attuale, Robert Owens, leggenda della musica house e Raffaele Attanasio, già presente nell’edizione precedente. 

ISF IMMAGINE 1

Il festival “Infestazione Soniche” nasce tre anni fa dalle ceneri dell’Indies Festival, realizzato per due anni sempre a Vieste per dare spazio a band e dj emergenti sopratutto nel campo della musica indie, la cui musica passava regolarmente nel programma radiofonico “Indies”. All’interno di questa kermesse, realizzata nel 2011 e 2012, la connotazione musicale non era ancora chiaramente rivolta all’elettronica: nel palinsesto infatti, comparivano ancora band di generi musicali molto diversi, tra cui spiccava la band new wave Diaframma.
Il 2013 è l’anno della svolta: da allora il percorso musicale dell’associazione culturale ISF è in continua crescita, ed ha portato all’attuale realizzazione di una line-up di calibro internazionale.

Infestazioni Soniche è la prova vivente della lungimiranza e della capacità di come un buon lavoro ed una proposta musicale innovativa possa trasformare una piccola realtà musicale in un festival di caratura nazionale. 
La tappa di Vieste, infatti, fa parte di un lungo tour che ha toccato sia la capitale (il 6 marzo al Rude Club) che la città di Foggia il giorno successivo, nella storica discoteca “Domus”.