Patrizia Lusi sul rimpasto in giunta: “Ormai è una farsa, il sindaco faccia un passo indietro”

Patrizia Lusi

“Non è ben chiaro se Landella abbia in mente di entrare nel guinness dei primati per il maggior numero di rimpasti di giunta in poco più di un anno dal suo insediamento. Quel che è certo è che ci troviamo di fronte all’ennesimo atto farsesco di una coalizione che annaspa alla ricerca di una maggioranza che non c’è più. I continui rimpasti non favoriscono la stabilità di governo e privano i cittadini di punti di riferimento indispensabili. Si continuano a sostituire assessori e a indicare amici o parenti in totale assenza di progettualità e di una visione di sviluppo per il capoluogo”. Così Patrizia Lusi, componente della direzione provinciale del Pd in merito al nuovo rimpasto di giunta al Comune di Foggia annunciato oggi dal sindaco Franco Landella. “Prima si è recuperato Ciccio D’Emilio, dopo averlo defenestrato, ora si compie la stessa operazione con Sergio Cangelli. Siamo di fronte ad una coalizione che passerà alla storia solo per i suoi continui litigi interni e non per l’attività amministrativa; allo stato totalmente inesistente”.

Di qui la richiesta che la componente della direzione provinciale del Pd rivolge al primo cittadino: “Sono certa che Landella abbia prima di tutto a cuore il bene della nostra città. E proprio per questo gli chiediamo un passo indietro: si dimetta. Si dimetta e lasci finalmente ai cittadini la possibilità di tornare a esprimersi dopo l’evidente fallimento programmatico ma anche politico e amministrativo della coalizione che solo lo scorso anno si era imposta al ballottaggio”.