Matteo Renzi sul Gargano: “Non vi lascerò soli. Prossimo anno le vacanze le passo qui”

Il problema del dissesto idrogeologico è una delle priorità dell’Italia e “va affrontato insieme alle regioni” snellendo al massimo la burocrazia. Visita nelle zone colpite dal maltempo per il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Renzi durante il sopralluogo dall’alto

Il problema del dissesto idrogeologico è una delle priorità dell’Italia e “va affrontato insieme alle regioni” snellendo al massimo la burocrazia. Visita nelle zone colpite dal maltempo per il presidente del Consiglio Matteo Renzi. L’ex sindaco di Firenze promette: “Non so se il prossimo anno farò le vacanze, spero di sì, nel caso le farò volentieri sul Gargano”. Matteo Renzi è a Peschici, uno dei 14 comuni colpiti dall’alluvione della scorsa settimana in cui sono morti il giovane Antonio Facenna e il 70enne Vincenzo Blenx. Un alluvione e che ha provocato danni stimati dalla Regione Puglia in circa 77 milioni di euro. A Peschici il premier ha parlato con i sindaci dei Comuni coinvolti e con il governatore Nichi Vendola. A margine dell’incontro ha detto che “in settimana attendiamo la chiusura delle procedura per la proclamazione dello stato di emergenza” in Gargano. E ha ribadito: “‘Noi dobbiamo valorizzare quello che c’è di bello in Italia e smettere di piangerci addosso, voi non vi siete mai pianti addosso”. In piazza anche tanta gente, a cui Renzi ha detto: “Non vi lascerò soli“. Il premier, inoltre, prima di atterrare a Peschici ha fatto – secondo quanto reso noto su Twitter dal suo portavoce Filippo Sensi – un sopralluogo aereo sul Gargano per visionare, dall’alto, l’area devastata dal maltempo. Il tour del premier in Puglia proseguirà con le tappe all’Ilva di Taranto e alla Fiera del Levante a Bari.