Da Foggia all’India, Giannatempo e Dioguardi al forum internazionale di odontoiatria di New Delhi

Dallo scorso 9 settembre due dottorandi del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Foggia, diretto dal professor Lorenzo Lo Muzio, sono a New Delhi. Nella grande India, dove si sta tenendo l’Annual World Dental Congress organizzato dalla Fédération dentaire internationale (World dental federation).

Giannatempo e Dioguardi

Dallo scorso 9 settembre due dottorandi del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Foggia, diretto dal professor Lorenzo Lo Muzio, sono a New Delhi. Nella grande India, dove si sta tenendo l’Annual World Dental Congress organizzato dalla Fédération dentaire internationale (World dental federation). Si tratta di Giovanni Giannatempo e di Mario Dioguardi, che in questi giorni stanno rappresentando l’Università di Foggia al cospetto di tutti gli Atenei e delle Federazioni dentarie (di tutti i Paesi del mondo) che prendono parte a questo evento scientifico e divulgativo di livello globale.

In realtà questo contatto Italia-India è stato stabilito, proprio a Foggia, lo scorso mese di marzo: in occasione della World oral health week (ovvero della “Settimana mondiale della salute orale”) organizzata dalla Fédération dentaire internationale in collaborazione con la International association of dental students, che per l’occasione allestì un concorso mondiale destinato agli studenti di odontoiatria per la migliore organizzazione e la migliore fotografia scattata durante la giornata convegnistica (di natura internazionale) organizzata appunto a Foggia. A questo concorso hanno partecipato progetti provenienti in tutto da 27 Paesi, ma sono stati premiati solo i due ritenuti migliori da una giura di spessore internazionale: uno presentato dal Sudan, l’altro invece è il progetto presentato dall’Associazione degli studenti di odontoiatria (Aiso) di Foggia. “Un successo – commenta il direttore del dipartimento di Medicina clinica e sperimentale, Lo Muzio – conseguito grazie alla collaborazione di tutti coloro che si sono impegnati a organizzare, devo dire nel migliore dei modi, e a promuovere l’evento dello scorso marzo, una settimana intera di programmazioni e dibattimenti su un tema di assolutà attualità come quello della salute orale. Inoltre un ringraziamento particolare va al delegato del rettore alle Relazioni internazionali e all’Internazionalizzazione Claudia Piccoli e al Settore Relazioni Internazionali diretto da Valeria Puccini, che hanno saputo cucire rapporti e intese che rappresentano un vero valore aggiunto per un Ateneo giovane come il nostro”.

Il premio di quel contest consisteva proprio nell’invito a partecipare, con una piccola delegazione, all’ Annual world dental congress in corso di svolgimento a New Delhi. L’Università e l’Aiso di Foggia hanno quindi stabilito che i delegati che meglio avrebbero rappresentato gli autori del progetto premiato sarebbero stati i due dottorandi di ricerca afferenti al Dipartimento, entrambi laureati in Odontoiatria e Protesi dentaria. Da tre anni Giannatempo coordina un gruppo di studenti (tra i quali Francesca Flauret, Gaetano Capponio, Gaetano Illuzzi, Corrado Mangione, Giorgia Caposale, Giuseppe Troiano, Danilo Laguardia, Claudia Arena, Assunta Urbano, Andrea Visconti e Clizia Franchelli), assieme al collega Michele Sarcina, per la prevenzione nelle scuole. Un successo che è confluito nella partecipazione ad un concorso fotografico prima e nella soddisfazione del premio: “Per la prima volta in 60 anni il progetto è stato vinto da una università italiana – spiega Giovanni Giannatempo a l’Immediato -, io e Dioguardi ritiriamo il premio qui in India ma vorrei sottolineare l’impegno dei ragazzi del gruppo che hanno creduto sin dall’inizio all’impegno per la prevenzione e l’educazione dentale nelle scuole”.

“In virtù di questa iniziativa – aggiunge il delegato del rettore alle Relazioni internazionali e all’Internazionalizzazione, Claudia Piccoli – l’Università di Foggia ha una nuova occasione per allargare i propri orizzonti, per stabilire nuovi rapporti con l’estero. Ciò che si prospetta all’orizzonte è una grande opportunità di scambio e non solo di innovazioni in ambito scientifico, clinico e culturale, ma anche la possibilità, da parte dell’Ateno dauno ed in particolare del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi dentaria, di poter porre le basi per costruire dei nuovi rapporti con le più prestigiose Università internazionali”.





Change privacy settings