Parkinbici si allarga ad altri centri garganici. Turisti e residenti in sella anche a Manfredonia

Dopo Ischitella, Peschici, Rodi Garganico e Vico del Gargano, anche Manfredonia, Mattinata, Rignano Garganico e San Marco in Lamis nella rete di “Parkinbici”. Il prossimo 31 luglio il primo sistema di bike sharing intercomunale d’Italia in Area Protetta, inaugurato nell’agosto del 2012 dall’Ente Parco Nazionale del Gargano e diventato un modello a livello europeo, taglia un nuovo importante traguardo, ovvero il suo ampliamento. Sarà Manfredonia, la città porta del Gargano, ad ospitare una giornata di festa che sancisce la crescita infrastrutturale del territorio ed avvia un percorso di crescita culturale e sociale.

Dopo Ischitella, Peschici, Rodi Garganico e Vico del Gargano, anche Manfredonia, Mattinata, Rignano Garganico e San Marco in Lamis nella rete di “Parkinbici”. Il prossimo 31 luglio il primo sistema di bike sharing intercomunale d’Italia in Area Protetta, inaugurato nell’agosto del 2012 dall’Ente Parco Nazionale del Gargano e diventato un modello a livello europeo, taglia un nuovo importante traguardo, ovvero il suo ampliamento. Sarà Manfredonia, la città porta del Gargano, ad ospitare una giornata di festa che sancisce la crescita infrastrutturale del territorio ed avvia un percorso di crescita culturale e sociale. “E’ una scommessa vinta con orgoglio -dichiara il Presidente Pecorella-. Un successo riconosciuto anche dal Ministero dell’Ambiente che ha deciso di rifinanziare la realizzazione dell’ampliamento di Parkinbici, strumento che pian piano, nonostante le difficoltà legate agli atti vandalici che hanno subito le biciclette e la scarsa cultura di muoversi a piedi od in bici, comincia a farsi strada e viene apprezzato non solo dai turisti. Il “Parkinbici” è un sistema di mobilità intercomunale al servizio dei cittadini, lavoratori, pendolari e turisti, realizzato dall’Ente Parco Nazionale del Gargano per contribuire alla riduzione del traffico cittadino e creare un rapporto più diretto con il territorio. Rappresenta “un cambiamento epocale per una società sempre più globalizzata e senza identità, sottolinea il presidente Pecorella, che si appresta a mettere in campo un altro finanziamento, dopo quello recentissimo di oltre trecentomila euro che consentirà di realizzare nella sede del Parco un impianto di riscaldamento e raffrescamento con le tecniche integrate della geotermia e del solare termico.

“Queste opere sono la testimonianza di una crescita di sensibilità del territorio e del Parco verso i temi della tutela ambientale attraverso lo sviluppo delle energie pulite e dell’abbattimento delle emissioni in atmosfera. L’Ente Parco si avvia con sempre maggior decisione verso l’integrazione della tutela dell’ambiente con le esigenze del tessuto socio-economico”, ha continuato. “Il mio obiettivo -ha aggiunto infine- e’ quello di vedere in un domani, ormai prossimo, un turista arrivare a Manfredonia o da un altro Comune del Parco, con una bicicletta presa a Calenella, dopo esser sceso dal treno delle Ferrovie del Gargano e dopo aver visto angoli meravigliosi, ai quali non ci facciamo neanche più caso, poiché presi dalla frenesia della quotidianità. Parkinbici è anche un ottimo biglietto da visita turistico, in quanto va ad integrare i servizi che possono essere messi a disposizione di chi sceglie il Gargano come meta della propria vacanza. Un ringraziamento, sentito, lo devo agli Amministratori delle città di Manfredonia, San Marco in Lamis, Rignano Garganico e Mattinata, che hanno deciso di investire e collaborare con il Parco Nazionale del Gargano in questo importante progetto. Un gran bel gioco di squadra che non può far altro che bene al nostro Gargano”. La giornata del 31 luglio avrà tre momenti salienti. Si inizia alle ore 18.30 con una biciclettata (in collaborazione con il Gruppo Sportivo Ciclistico Sipontino) e alle 19.30 sarà la volta del simbolico taglio del nastro dell’ampliamento del sistema di “Parkinbici”, che avrà luogo a Siponto presso la Piazza di Santa Maria Maggiore, dove è ubicata una delle nuove postazioni. Il gran finale avrà inizio alle ore 20.30, in Largo Diomede, dove si svolgerà un happening gratuito alla presenza di grandi artisti nazionali: Pippo Pelo (che sostituisce per motivi di salute Francesco Facchinetti) Antonino, Erica Mou, Pino Campagna, Chicco Paglionico (Ikea Man) ed il gruppo dei Franklin.