“La maggioranza Emiliano è in una botte di ferro. Troppe offese da Calenda”. I numeri in Consiglio regionale

Emiliano secondo qualcuno ha anche voluto difendere i suoi alleati pentastellati sempre bistrattati e offesi dagli azionisti.

“Michele Emiliano per esprimersi in quel modo nel suo comunicato sa bene di avere i numeri in aula. La maggioranza è in una botte di ferro anche senza i tre neo calendiani Amati, Mennea e Clemente“. A parlare così è un fedelissimo del governatore interno al suo entourage barese.
Al presidente non sono per niente piaciute la parole di Carlo Calenda in conferenza stampa.
“Amati e gli altri non possono pretendere di rimanere in maggioranza o chiedere poltrone mentre il loro leader dice di volerlo mandare a casa”.

Emiliano secondo qualcuno ha anche voluto difendere i suoi alleati pentastellati sempre bistrattati e offesi dagli azionisti.
I numeri comunque ci sono. 24 eletti senza i tre calendiani più i 4 grillini più i neo arrivati La Catena e Tammacco. Che fanno 30. Con il placet in qualche votazione anche dei foggiani Dell’Erba e Napi Cera.



In questo articolo: